dimarts, 28 d’abril de 2009

Il padre che piange e la terra che trema

Ho avuto un sogno troppo strano. Io e la mia famiglia eravamo in giro per Italia. Non so bene dove. Le immagini che mi sono venute erano di una città inventata tra Siena ed Assisi. Il viaggio doveva durare per una settimana, ma il primo giorno mio padre ha ricevuto una telefonata ed é scoppiato a piangere. Pensavo che fossero i miei nonni, che qualcosa di molto brutta era succesa e sono rimasta male. Ma ho parlato con lui e mi ha detto di no, tutto era a posto; ma dovevamo tornare in Spagna perchè li avevano detto che sabato prossimo sarebbe stata una scossa fortissima. Lui piangeva tanto, io mai non l´ho visto cosí, nemenno una lacrima. Io ho detto di non andare via, che era una cosa che poteva capitare o no, che questo dei terremoti non si sa mai quando accadono e che loro potevano fare quello che volevano ma io rimanevo in Italia. A questo punto mi sono svegliata. 
Davvero che io non ho mai visto babbo piangere. E ho avuto paura. Paura per se è un sogno premonitorio. Per se c´è un altro terremoto. Per se mio padre avrà qualche motivo per piangere. Magari è stato soltanto un modo di tirare fuori la mia sconvolta per L´Aquila e per i nervi di babbo questi giorni. Speriamo.

(Necesitaba escribir esto en italiano. Si algun lunático necesita traducción que me lo escriba ;)